L’Erboristeria: l’epilogo ha inizio…

#lerboristerialepilogohainizio

Come tutte la favole iniziano e poi finiscono, anche noi siamo arrivate a scrivere l’ultimo capitolo. Siamo abituati a leggerle con un lieto fine e con delle belle lezioni morali, la nostra invece non ha né l’uno e né l’altra…anzi diciamo meglio, la morale c’è ma di sicuro è tanto amara!!

Mi piace tanto condividere di solito, ma quello che è successo negli ultimi mesi suscita così tanto disgusto che mi dispiace raccontarvelo, ma devo…

Allora il 4 di Giugno hanno iniziato a cedere i 70ennali tubi della conduttura idrica comunale inondando d’acqua il mio negozio e anche altri in via Alessi, via già fortunata di suo!! Pochi giorni dopo di nuovo e fin qui tutto bene, i tecnici dell’Umbra Acque intervengono tempestivamente alle chiamate e rattoppando i tubi la storia sembrerebbe conclusa. Io inizio invece la mia battaglia legale!!

Il proprietario della struttura del negozio oltre a non ridurre il canone neanche di 1 euro minacciandomi di sfratto, inizialmente credeva che il danno subito su 145 mq (il totale del negozio è 215mq) distribuiti in 3 livelli si potesse risolvere in 15 giorni di utilizzo di 1 e dico 1 deumidificatore domestico che io avrei dovuto spostare di stanza in stanza. Quindi legali e periti a confronto e si decide quindi di iniziare l’opera di bonifica. Si, dico proprio bonifica perché nel frattempo è iniziata la crescita di muffe su pareti, mobili, seggiole, quadri e tanto altro materiale. Finalmente arriva la ditta per fare un sopralluogo per iniziare i lavori e tatatatan…ancora acqua, terza rottura di tubi, quindi sospensione dei lavori in attesa di risolvere l’infiltrazione. Era il 13 di luglio quando chiamai i tecnici per rattoppare di nuovo la conduttura idrica comunale, ormai mi riconoscevano dalla voce: “aaahhh…ancora quella dell’erboristeria…”, ma questa volta i nostri “supereroi”, disperati dalla consapevolezza che l’unica soluzione possibile fosse quella di dover sostituire completamente l’impianto idrico vecchio e logoro, hanno smesso di fare le riparazioni, anche se prima dell’atto di rinuncia son venuti non so più neanche quante volte, e così è finito…finito un corno! L’acqua ancora viene giù bella, fresca, potabile…che spreco indecente fra l’altro!!! E il Comune in tutto questo che ha fatto?…niente…dopo aver mandato raccomandate, domande consegnate e protocollate chiedendo interventi URGENTI, niente, come spariscono bene le carte “scomode” in Italia è una meraviglia! Nel frattempo è arrivata la USL che mi ha dato il divieto di utilizzo della zona incriminata, ripeto 145mq su 215, e anche loro hanno fatto richiesta di intervento URGENTE all’Ufficio Tecnico del Comune, secondo voi è venuto qualcuno?! Il tempo scorre, l’inverno è alle porte e oltre i danni, le perdite economiche che non mi è dato sapere quando forse mi verranno rese, non mi è dato sapere neanche se avrò più la possibilità di utilizzare questi spazi, oltre tutto questo, la parte che rimane “sana” inizia a puzzare di muffa e a diventare anch’essa troppo umida per garantire la solita e irrinunciabile qualità dei prodotti che ho sempre scelto con grande cura e amore. Quindi cosa devo fare?

Con il cuore gonfio di tristezza ho dovuto decidere di chiudere…devo chiudere la prima Erboristeria nata in Umbria, aperta dalla mamma del nostro Sindaco, proprio quest’anno che a dicembre avrebbe compiuto 40 anni di attività!!!

Mi dispiace tanto comunicare questa cosa perché la morale non è bella è deprimente, e non voglio aggiungere altro perché ho rispetto per l’intelligenza e la sensibilità altrui e chi possiede queste qualità sono certa che sa di cosa parlo!

Voglio però assicurarvi che, nonostante tutta questa storia kafkiana che segna l’epilogo del L’Erboristeria, io sono serena, disgustata ma consapevole che ogni cambiamento, anche imposto, vada vissuto abbandonandosi ad esso…la trasformazione è in atto e non vi libererete facilmente di me!!!

Quindi forza, fate circolare la voce che almeno il trasloco lo voglio fare “leggero”…cari miei amici-clienti I SALDI AUMENTANO, LIQUIDIAMO TUTTO!!!!

Colgo l’occasione per dire un GRAZIE a tutti voi che mi avete sempre sostenuto, arricchito di conoscenze ed esperienze, per tutto il calore che mi avete dato, GRAZIE AMICI del L’Erboristeria, mie muse di tanti studi e ricerche, cucciolotti che mi avete donato fiducia nel prendermi cura di voi, grazie per tutto l’affetto, per avermi sopportato e supportato in tutti questi anni…io ce l’ho messa sempre tutta nonostante tutto ma l’ignoranza, l’ignavia, l’indolenza, l’ipocrisia e la corruttibilità di spirito sono cose più grandi di me che mi stanno schiacciando e quindi…

UN GRAZIE SPECIALE E SARCASTICO LO DEDICO SOLO AL COMUNE DI PERUGIA, GRAZIE PER AVER FATTO CHIUDERE UNO DEI POCHI SOPRAVVISSUTI NEGOZI STORICI NON IN CRISI NEL CENTRO STORICO DELLA CITTA’!!!!

Ira Archilei

…e i volti aumenteranno…

foto 1 foto 2 foto 3foto 1-1foto 2-1foto 3-1foto 4-111178215_10204680834803989_1939285022836465809_n

SEMPRE PIU’ BELLE CON LEPO MAKE-UP

Venite Sabato 14 marzo a farvi coccolare dall’esperta visagista della Lepo.

…avete voglia di imparare qualche segreto, volete imparare a fare un trucco leggero per tutti i giorni o un trucco da sera più deciso, vorreste avere qualche consiglio sul colore più adatto a voi…approfittatene, questa è l’occasione giusta, ed è GRATIS!!!
Contattatemi per prenotare il vostro appuntamento.
N.B. Non c’è nessun obbligo di acquisto!!!

IL METODO TRAGER APPRODA IN ERBORISTERIA

Ringrazio tutti i partecipanti di Domenica scorsa 15 Febbraio, che hanno potuto godere della presentazione di questo metodo… e dato il successo avuto, possiamo offrirvi la possibilità di contattare direttamente L’Erboristeria per prendere appuntamenti per le sessioni individuali.

Saremmo disponibili anche per creare un gruppo di lavoro per incontrarci una volta a settimana o al mese, qualora foste interessati seriamente, io prendo le adesioni con i nominativi e insieme decidiamo quando iniziare e tutto il resto!!

Buon tutto e a presto!

ASCORBATO DI POTASSIO

ASCORBATO DI POTASSIO CON D-RIBOSIO

Nike RCK

 

Il composto svolge una potente azione antiossidante specificatamente legata alla presenza dell’ascorbato di potassio; il suo utilizzo è indicatosia nei casi di ridotto apporto di acido ascorbico o ribosio sia in casi di stress psico-fisico, in quanto l’integrazione con acido ascorbico, per la sua forte azione antiossidante, è in grado di combattere e prevenire fenomeni di degenerazione cellulare, come dimostrato da gran parte della documentazione clinica esistente.

Il ribosio svolge un ruolo importantissimo nel metabolismo cellulare ed è precursore fondamentale dell’RNA (Acido RiboNucleico) e dell’adenosina (componente di base per la produzione di ATP). La sua assunzione orale viene metabolizzata e non va ad interferire con la glicolisi mentre è in grado di aumentare le riserve energetiche dell’organismo, favorendone al contempo l’azione energetica e/o il rapido recupero in caso di deficit. La sua valenza sta anche nella sua alta digeribilità, nella facilità con cui viene assimilato dalle cellule che lo immagazzinano nel citoplasma e nel basso dosaggio a cui è attivo; è inoltre l’unico principio attivo assimilabile per bocca in grado di sviluppare una produzione energetica vitale per l’attività muscolare (ATP). La funzione principale del Ribosio nel composto è legata alla sua azione catalizzatrice per “velocizzare” il trasporto di Potassio nel citoplasma cellulare.

 

LA RICERCA

 

La ricerca sull’Ascorbato di Potassio con Ribosio viene condotta dalla Fondazione Internazionale Valsè Pantellini insieme con il Dipartimento di Sanità Pubblica dell’Università di Parma, con il Dipartimento di Pediatria, Ostetricia e Medicina della Riproduzione dell’Università di Siena e con il Dipartimento di Anatomia dell’Università di Malta. I risultati di queste collaborazioni sono stati presentati al Congresso che la stessa Fondazione Pantellini ha organizzato presso la propria sede spagnola nell’aprile del 2006. Le caratteristiche antiossidanti e non tossiche del composto sono state evidenziate dal lavoro sviluppato fra il 2000 ed il 2001 con l’Istituto di Mutagenesi e Differenziamento del C.N.R. di Pisa. La stessa Fondazione Pantellini è stata invitata, nel giugno 2003, a presentare una relazione negli Stati Uniti all’Università del Connecticut in occasione della Conferenza Internazionale NPA su tali sviluppi della ricerca.

 

LA PREVENZIONE

 

L’Ascorbato di Potassio con Ribosio interviene per riequilibrare i meccanismi che sono all’origine dei processi degenerativi ed agisce anche per potenziare la risposta immunitaria dell’organismo alle aggressioni di “agenti esterni”. La presenza del ribosio aumenta l’efficacia del composto in virtù della sua potenziale attività catalitica. Si capisce quindi l’importanza di una corretta prevenzione basata sull’impiego di Ascorbato di Potassio con Ribosio, la cui efficacia preventiva potrebbe essere indagata attraverso un’indagine epidemiologica adeguata. Per l’assenza di tossicità e di effetti collaterali (a meno di intolleranza alla vitamina C) l’assunzione del composto può essere protratta a tempo indeterminato.

 

COSA E’ E COME SI USA

 

L’Ascorbato di Potassio con Ribosio è un sale ottenuto dall’acido ascorbico, facilmente solubile in acqua, che si ottiene mettendo insieme acido L-ascorbico (vitamina C), D-ribosio e bicarbonato di potassio in forma cristallizzata purissima. I componenti, gia dosati, devono essere protetti dall’umidità e dalla luce, essendo igroscopici e fotosensibili (particolarmente l’acido ascorbico). Inoltre l’acido ascorbico ed il ribosio devono essere mantenuti separati dal bicarbonato di potessio. L’Ascorbato di Potassio con Ribosio si ottiene sciogliendo i componenti in 20ml di acqua. Per evitare possibili fenomeni di tipo ossidativo, si consiglia di non utilizzare cucchiaini metallici per miscelare la soluzione. In linea di principio, l’assunzione in senso preventivo puo essere fatta tutti i giorni la mattina a digiuno (10-15 minuti prima di colazione) oppure 45 minuti prima di uno dei pasti principali.

 

Testo tratto dalla scheda di presentazione dell’Ascorbato di Potassio della New Mercury S.r.l

FONDAZIONE VASLE PANTELLINI

Presentazione dell’approccio Trager

trager Spero possiate venire numerosi…Domenica 15 Febbraio verrà in Erboristeria Dante Marchini che ci farà conoscere l’approccio Trager. Ci sarà una prima parte teorica, dove verranno illustrate tutte le potenzialità di questo metodo per poter raggiungere uno stato di benessere psicofisico. A seguire verrà fatta una prova pratica per sentire nel corpo di cosa si parla. L’ingresso è libero ma gradirei avere delle conferme dai partecipanti per potervi far trovare lo spazio ben disposto per accogliervi tutti!! Contattatemi qui, nella pagina Facebook, per chi ha il mio numero sono anche su WathsApp, via mail o col piccione viaggiatore…come preferite insomma!! Un “ricevente/cliente” di Dante Marchini, ha scritto un breve testo per descrivere di cosa si tratta questa pratica. Mi piace questo testo, va letto lentamente soffermandosi a capire, ogni parola ha un senso profondo, che si capisce bene dopo che si è provato nel corpo questo approccio. Ora per chi ha voglia di leggerlo lo riporto di seguito:

TRAGER:un modo d’essere. L’Approccio Trager è una pratica, qualcuno direbbe una disciplina che prende il nome dal suo creatore: Milton Trager. Egli scoprì e sviluppò per più di 50 anni della sua lunga vita un modo d’essere che divenne anche un modo di fare terapia ed educazione. Molto succintamente e un po’ poeticamente si potrebbe dire così: Tra i tanti modi c’è un modo di essere, che è leggero e un modo di essere che è più leggero… C’è un modo d’essere che è più libero e ancora più libero, e più libero di così? Tra i tanti modi d’essere c’è un modo in cui anche il lavoro, quasi fosse un gioco, si trasforma in una danza… La vita stessa è come cantare una canzone… Scoprire questi modi d’essere è nel ventaglio delle nostre possibilità. Tutti noi possiamo imparare questo modo d’essere. Richiede una scelta cosciente, la fiducia nelle nostre possibilità, la voglia e la pazienza di imparare, la capacità di apprezzare i benefici che si ottengono lungo il percorso. Tutti noi abbiamo la dotazione necessaria per imparare questo modo d’essere, che è più leggero, che è più libero. Lo sviluppo di un benessere consapevole non è una pozione magica che ci cambierà da un momento all’altro, quasi per magia. Questo è un sogno infantile che non contiene nemmeno l’ombra della consapevolezza, né della responsabilità. Ma imparare con gioia, questo si, è possibile, gradatamente, gustando i risultati, superando i momenti di frustrazione, condividendo con altri il percorso, moltiplicando così la felicità. Una parte di questa pratica si svolge in piedi ed in movimento, anche seduti o usando il suolo come un aiutante. Richiede una parte di controllo cosciente, ma facendo sempre più a meno dello sforzo. Si può praticare in gruppo ed anzi l’intensità dell’esperienza aumenta in varietà e profondità. L’altra parte della pratica si fa in una sessione dove l’educatore conduce in movimenti passivi il cliente/ricevitore che sta passivamente e comodamente sdraiato su un lettino da massaggio. Questa parte il dott. Trarre la chiamò integrazione psicofisica. Ed ecco le sue stesse parole: “L’integrazione psicofisica consiste nell’uso delicato delle mani per agire su modelli psicofisici profondi ed interrompere la loro influenza sui tessuti del corpo. Questi modelli spesso si sviluppano come risposta a circostanze avverse, quali incidenti, interventi chirurgici, malattie, cattiva postura, traumi emozionali, stress della vita quotidiana e sedentarietà. Lo scopo del mio lavoro è di sostituire questi modelli sensoriali e mentali che inibiscono la libertà di movimento e causano dolori ed alterazioni nelle funzioni ordinarie. Il mio approccio è quello di comunicare al paziente che cosa significa sentirsi bene, nel senso di un corpo-mente funzionalmente integrato. In questo modo i modelli inibitori sono intaccati all’origine, la mente, e la persona può sperimentare benefici duraturi. Il risultato è un miglioramento generale”. Dott. Milton Trager.

Se vi state incuriosendo sempre di più vi invito anche a sentire questa intervista: http://www.youtube.com/watch?v=F_lY3Yl0OQU la foto dell’articolo l’ho presa in prestito da google immagini…mi piace tanto e spero non sia coperta da copy right!!

M’ILLUMINO DI MENO 2015

Anche quest’anno aderiamo alla campagna promossa da Caterpillar Radio2 “M’Illumino di meno”.

Il 13 Febbraio le luci del nostro negozio, che sono già a basso impatto ambientale, saranno tenute accese solo nelle zone indispensabili, tutto il resto del locale sarà illuminato con delle candele. Dalle 17 del pomeriggio in poi vi verranno offerte delle tisane calde da gustare ascoltando la trasmissione Caterpillar a lume di candela!!!